Extras

La prima volta non si scorda mai !

My first HTML / JS / CSS website

Home Portfolio Extras Contact

Space, Tech & Me

Lights

Nato a Torino il 24/11/1984, ho seguito un percorso di vita e di studi molto articolato. Ho sempre preferito la manualità e "l'imparare facendo" piuttosto che stare chinato sui libri per ore, di conseguenza il mio rapporto con l'istituzione scolastica non è mai stato dei più semplici. Solo una passione mi ha portato più volte a trovarmi seduto per ore a ascoltare, leggere e guardare documenti: l'esplorazione spaziale, l'evoluzione dei computer, del loro hardware e software, e dei telefoni portatili. Credo ci sia una connessione tra tutto questo, la corsa verso lo spazio ha portato con se molte delle tecnologie che oggi ci rendono la vita più facile e sicura. Per questo, nonostante i suoi metodi a volte discutibili, sono un amiratore di Elon Musk

Lights

"Se qualcosa è abbastanza importante, dovresti provare. Anche se il probabile risultato è un fallimento."

e della sua instancabile rincorsa verso obbiettivi che potevano sembrare fino a qualche anno fa un utopia. La diffusione di auto elettriche con autonomia sufficiente a non farci porre più il problema, razzi per raggiungere lo spazio riutilizzabili e in grado di riatterrare su se stessi, e in fine, la prossima grande sfida: il viaggio dell'uomo verso marte.

Lights

Lo trovo strabiliante, ma quando ne parlo con le persone intorno a me, vengo visto come qualcuno che ha letto troppi romanzi di fantascienza. Invece io immagino quello che un nuovo grande obbiettivo potrebbe portare all'umanità, una nuova enorme sfida, con un conseguente risveglio dell'economia in mille modi diversi.

Lights

Forse non tutti lo sanno, ma il sensore CMOS presente in tutte le fotocamere digitali, e nei telefonini che abbiamo in tasca, sono nati per dare la possibilità agli astronauti di scattare foto nello spazio anche in assenza di ossigeno. Le lenti antigraffio di uso comune sui nostri occhiali, i termometri ad infrarossi, filtri per l'acqua, strumenti senza fili, e chi più ne ha più ne metta.

Lights

History

Tra i personaggi storici che più mi hanno ammaliato, Alessandro Magno,

Lights

"Ricorda che dalle azioni del singolo dipende il destino di tutti. "

che in soli dodici anni conquistò l'intero Impero persiano, un territorio immenso che si estendeva dall'Asia Minore all'Egitto fino agli attuali Pakistan, Afghanistan e India settentrionale. Tale straordinario successo fu dovuto sia a una congiuntura storica eccezionalmente favorevole (le crisi dell'Impero persiano e della Grecia delle poleis, unite all'opera espansionistica già incominciata dal padre) sia a una sua innegabile intelligenza militare e diplomatica. Dotato di grande coraggio e carisma, Alessandro aveva un forte ascendente sui suoi soldati, che spronava anche partecipando personalmente ai combattimenti. Inoltre, egli fu uno dei primi condottieri dell'antichità ad aver capito l'importanza fondamentale della propaganda, sia per guadagnare prestigio nelle proprie file, sia per incutere timore ai nemici. Per assicurarsi ciò, Alessandro costituì un'imponente macchina mediatica (si fece accompagnare per tutta la durata della sua campagna da una quantità di storici e redattori di diari giornalieri, tra cui il greco Callistene) e diede estrema importanza nel corso di tutta la spedizione a gesti di forte valenza simbolica e alla divulgazione di leggende sulla propria discendenza da eroi mitici (Eracle e Achille) o persino da vere e proprie divinità. Infine si sforzò in ogni modo di fondere e amalgamare le culture delle diverse etnie che abitavano le terre che si trovò a unificare sotto il suo impero, dimostrando una disposizione al sincretismo estremamente inusuale per un greco del suo tempo. Le sue innumerevoli conquiste diedero alla cultura greca una diffusione universale, dando così avvio al cosiddetto periodo ellenistico.

Lights

"Lasciamo che il futuro dica la Verità, e giudichiamo ciascuno secondo la propria opera e gli obiettivi. Il presente è loro; il futuro, per il quale ho realmente lavorato, è mio. "

Nikola Tesla, conosciuto per il suo lavoro in campo tecnico-scientifico e in particolare per i contributi nel campo dell'elettromagnetismo applicato (di cui è stato un eminente pioniere) tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento; i suoi brevetti e il suo lavoro teorico formano, in particolare, la base del sistema elettrico a corrente alternata, la distribuzione elettrica polifase e i motori elettrici a corrente alternata, con i quali ha contribuito alla nascita della seconda rivoluzione industriale (l'ultimo suo brevetto risale al 1928 per un totale di 280 brevetti in 26 paesi, di cui 109 negli USA). Dopo la sua dimostrazione di comunicazione senza fili (radio) nel 1893, e dopo essere stato il vincitore della cosiddetta "guerra delle correnti " insieme a George Westinghouse contro Thomas Alva Edison, fu riconosciuto come uno dei più grandi ingegneri elettrici statunitensi; molti dei suoi primi studi si rivelarono anticipatori della moderna ingegneria elettrica e diverse sue invenzioni rappresentarono importanti innovazioni tecnologiche.

Imagination

Affermazioni e visualizzazioni rafforzano il potere della mente per traformare le possibilità in realtà. È cosi da secoli. Ogni nuova ideazione comincia sotto forma di fantasia, è una scoperta che non esiste ancora. Fantasticare è una delle cose più interessanti che possiamo fare con la nostra mente. Mozart, Einstein, Leonardo Da Vinci,

Lights

"Perché si vede più certa la cosa l 'occhio ne' sogni che colla immaginazione stando desto. "

come John Lennon o Steve Jobs, sono dei geni che hanno usato il potere dell'immaginazione. Con l'immaginazione si può creare qualsiasi cosa nei minimi dettagli, e questa e la tecnica più potente per concretizzare ciò che si vuole. Nikola Tesla ideava i vari prototipi nella sua mente e sempre lì arrivava persino a testarli, poi costruiva realmente i suoi modelli impeccabili e perfetti.
Lo sconosciuto, l’astratto, potrebbero essere papabili definizioni di questa parola perché nell’immaginazione i limiti e la logica non esistono. Nasce dall’esigenza di allargare gli orizzonti del conosciuto e andare molto più in là di ciò che è visibile. Così, l’immaginazione avrà il suo picco quando si tratterà di creare idee inusuali e originali. In questo modo potremmo “vedere più in là”.

Lights

"L 'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata; l'immaginazione racchiude il mondo. "

Che anche Albert Einstein, matematico per eccellenza, abbia sottolineato in più occasioni l’importanza dell’immaginazione, deve far riflettere su quanto questo aspetto dell’esistenza sia fondamentale per l’evoluzione dell’uomo e delle sue conoscenze. Non servono di certo le mie parole per spiegare la grandezza delle teorie di Einstein, tanto meno un elenco di tutto ciò che si è potuto realizzare grazie a queste. Ma mi sento di fare un piccolo tributo ricordando che solo nel 2015, dopo quasi 100 anni, si è riusciti a dare dimostrazione empirica dell'esistenza delle onde gravitazionali teorizzate con un modello matematico come conseguenza della sua teoria della Relatività Generale.

Lights

“Dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione.”

Steve Jobs spicca come massima icona dell'inventiva e dell'immaginazione, perché ha intuito in anticipo che la chiave per creare valore nel XXI secolo è la combinazione di creatività e tecnologia, e ha costruito un'azienda basata sulla connessione tra geniali salti d'immaginazione e riconosciute invenzioni tecnologiche. La sua indiscussa genialità non è dello stesso tipo di quella di fisici applicati come Einstein o Tesla, ma in grado comumque di creare una rivoluzione cognitiva che, combinandosi con le applicazioni “pratiche”, finirà per rendere la tecnologia un fenomeno culturale complesso, aperto e a volte imprevedibile.

Special thanks to:

Dedico questa sezione ai ringraziamenti per tutte le persone che mi sono state vicine e continuano ad esserlo. Grazie ai miei genitori

Lights

per avermi datole basi migliori per affrontare questo mondo, e che hanno dovuto combattere delle guerre non da poco per tenermi sulla "retta via". Gli amici di tutti i lunedì sera passati con un pallone da basket in mano,

Lights

buon umore e birra a seguire.

Lights

Grazie agli amici di sempre,

Lights

a quelli che hanno sempre avuto un attimo per un sorriso,

Lights

e a chi ha condiviso le pene dell'esilio come me.
Grazie a una persona unica e speciale, Laura,

Lights

la mia compagna, la mia migliore amica, la mia spalla su cui piangere. Affrontiamo insieme questo cammino, passo dopo passo, giorno dopo giorno, superando tutte le difficoltà, festeggiando insieme ogni vittoria e rialzandoci più forti di prima dopo ogni sconfitta. In questi anni ci siamo sempre sostenuti l’un l’altro, ci siamo incoraggiati, ci siamo confrontati e abbiamo fatto tanti sacrifici. Grazie per essere stata sempre al mio fianco in ogni momento. In fine grazie a te, piccola dinamite di papà.

Lights